Pellegrinaggio 2014: messaggio di Papa Francesco

A SUA EMINENZA REVERENDISSIMA
IL SIGNOR CARDINALE RAYMOND LEO BURKE
PREFETTO DEL SUPREMO TRIBUNALE DELLA SEGNATURA APOSTOLICA

Summorum Pontificum San Pietro 2014

Pontificio incoraggiamento alla testimonanzia perenne del messaggio della fede

In occasione del pellegrinaggio a Roma del Coetus Internationalis Summorum Pontificum, il Santo Padre Papa Francesco rivolge il suo cordiale pensiero augurale, auspicando che la partecipazione al devoto itinerario presso le tombe degli apostoli susciti fervida adesione a Cristo, celebrato nell’eucaristia e nel culto pubblico della Chiesa, e doni rinnovato slancio alla testimonianza del perenne messaggio della Fede cristiana. Sua Santità invoca abbondanti doni del divino spirito e la materna protezione della Madre di Dio e, mentre chiede di perseverare nella preghiera a sostegno del suo universale ministero di successore dell’apostolo Pietro, imparte di cuore a Vostra Eminenza, ai presuli, ai sacerdoti e a tutti i fedeli presenti alla sacra celebrazione l’implorata benedizione apostolica propiziatrice di fecondo cammino sulla viale del bene.

Message du pape François

« À son Éminence Révérendissime, le cardinal Raymond Leo Burke, Préfet du Tribunal Suprême de la Signature Apostolique, à l’occasion du pèlerinage à Rome du Cœtus Internationalis Summorum Pontificum, le Saint-Père le pape François adresse son cordial salut, souhaitant que la participation au pieux itinéraire auprès des tombes des apôtres suscite une fervente adhésion au Christ, célébré dans l’Eucharistie et dans le culte public de l’Église, et procure un élan renouvelé au témoignage du message éternel de la foi chrétienne.

Sa Sainteté, invoquant les dons abondants de l’Esprit Saint et la maternelle protection de la Mère de Dieu, vous demande de persévérer dans la prière pour soutenir son ministère universel de successeur de l’apôtre Pierre et adresse de tout cœur à Votre Éminence, aux prélats, aux prêtres et à tous les fidèles présents à cette sainte célébration Sa bénédiction apostolique implorée, propitiatrice d’un chemin fécond sur la voie du bien. »

Cardinal Pietro Parolin
Secrétaire d’État de Sa Sainteté

SULLA LETTERA DEL PAPA EMERITO AL NOSTRO DELEGATO GENERALE

Comunicato del 28/10/2014

Siamo molto felici della diffusione data al messaggio che Sua Santità il Papa emerito Benedetto XVI ha rivolto, attraverso il nostro delegato generale, a tutti i pellegrini del popolo Summorum Pontificum e in particolare ai giovani di Juventutem.

Tuttavia rimaniamo stupiti delle tante interpretazioni più o meno fantasiose che si stanno dando alle sempre chiarissime parole del Papa fautore della riconciliazione liturgica.

Vogliamo far presente a tutti che il testo di Benedetto XVI è una risposta a un nostro invito a partecipare alla Santa Messa celebrata sabato scorso da Sua Eminenza il cardinale Burke in San Pietro a conclusione della nostra annuale solenne processione per le vie di Roma. L’invito era stato presentato al Papa emerito con una lettera del 21 agosto, consegnatagli in mani proprie il 1 settembre durante l’udienza privata che ha voluto concedere a Juventutem e a noi.

Il riferimento di Sua Santità emerita alla “piena pace della Chiesa” nella quale vive ora la liturgia tradizionale non è né ironico, né ingenuo, ma è la risposta puntuale a ciò che gli avevamo scritto il 21 agosto: “Siamo particolarmente consapevoli che con il Motu Proprio del 2007 Vostra Santità ha voluto conservare alla Chiesa il tesoro del Messale antico, avendo cura di non ferire la compattezza della Chiesa stessa: la celebrazione della forma straordinaria ha ormai corso pacificamente, senza polemiche, in seno a parrocchie dove si celebra abitualmente la forma ordinaria. Come Vostra Santità ha già avuto modo di dire, ciascuno di noi fa parte di una qualche concreta porzione del Popolo di Dio, in cui trova fratelli e sorelle di ogni sensibilità. Per cui il nostro pellegrinaggio riunisce un gran numero di seminaristi diocesani e di sacerdoti di parrocchia, molti dei quali celebrano secondo le due forme del rito.”

Sappiamo bene che esistono ancora molte resistenze e ostilità al provvedimento di Papa Benedetto e siamo certi che anch’egli ne sia consapevole: volevamo, però, ringraziarlo della nuova realtà che si sviluppa in tante parrocchie dell’Orbe cattolico e che i pellegrini laici ed ecclesiastici, giunti a Roma per il pellegrinaggio, hanno testimoniato.

Guillaume Ferluc / Segretario generale
Giuseppe Capoccia / Delegato generale

Programme 2014

Voici le programme définitif du pèlerinage.

> Jeudi 23 octobre, 19h15 : Accueil des pèlerins et vêpres solennelles présidées par Mgr Guido Pozzo, Secrétaire de la Commission Ecclesia Dei, à la Trinité-des-Pèlerins

> Vendredi 24 octobre, 9 heures : Chapelet pour les enfants à naître en la basilique Saint-Augustin, suivi de visites culturelles et spirituelles libres ou par groupes

> Vendredi 24 octobre, midi : Rencontre sacerdotale avec le cardinal Robert Sarah, Président du Conseil Cor Unum (réservé au clergé ; inscription obligatoire auprès de barthe.cisp@mail.com)

> Vendredi 24 octobre, 15 heures : Via Crucis sur le Palatin, RV au début de la via de San Bonaventura (près de l’arc de Titus)

> Vendredi 24 octobre, 18h30 : Messe pontificale à la Trinité des Pèlerins célébrée par le cardinal Pell, Préfet du secrétariat pour l’Économie du Saint-Siège, à l’occasion des 10 ans de la fédération Juventutem

> Samedi 25 octobre, à partir de 9h30 : Adoration eucharistique en la basilique San Lorenzo in Damaso (angle corso Vittorio Emanuele et piazza della Cancelleria) suivie de la procession vers la basilique Saint-Pierre

> Samedi 25 octobre, midi : Messe pontificale célébrée par le cardinal Raymond Burke, Préfet du tribunal de la Signature apostolique, en la basilique Saint-Pierre (autel de la Chaire)

> Dimanche 26 octobre, 8 heures : Départ des bus pour Nursie (25 euros par personne, réservation obligatoire auprès de nitorin@tin.it)

> Dimanche 26 octobre, 11h30 : Messe solennelle pour la solennité du Christ-Roi à Nursie, célébrée par le RP Cassian Folsom, OSB, Prieur de l’abbaye, en présence du cardinal Brandmuller qui prononcera l’homélie.

(Pour les pèlerins qui resteront à Rome, messe pontificale à la Trinité des Pèlerins, à 11 heures, célébrée par Mgr François Bacqué, nonce apostolique, archevêque titulaire de Gradisca ; une messe solennelle sera également célébrée à Gricigliano, au séminaire de l’institut du Christ-Roi par Monseigneur Wach)

AVVISO PER I SACERDOTI

Carissimi confratelli e seminaristi,

venerdì 24 ottobre 2014, a mezzogiorno, Sua Eminenza il cardinale Robert Sarah, Presidente del Pontificio Consiglio Cor Unum, ha gentilmente accettato di ricevere i membri del clero che parteciperanno al terzo pellegrinaggio internazionale ‘Populus Summorum Pontificum’.

Il numero dei partecipanti è limitato ed è perciò indispensabile che chi di voi è interessato si iscriva preventivamente mandandomi una mail all’indirizzo barthe.cisp@mail.com

Nella mail, vi prego di indicarmi i vostri nome e cognome, la vostra diocesi o comunità di appartenenza e le lingue nelle quali potreste seguire l’incontro, durante il quale Sua Eminenza ci parlerà dell’azione svolta dal suo dicastero, in particolare dell’aiuto che porta alla Chiesa in Medioriente.

Don Claude Barthe, cappellano del pellegrinaggio

UN APPELLO DEL CISP

Nella festa di S. Lino, papa e martire, primo successore di S. Pietro

CARI PELLEGRINI ITALIANI,

Quest’anno, il programma del pellegrinaggio internazionale “Populus Summorum Pontificum” offre la possibilità di partecipare in molti modi diversi.

Il primo consiste, ovviamente, nel seguire tutto il programma, così come faranno i gruppi d pellegrini americani, polacchi, danesi o ungheresi; ma poiché siamo ben consapevoli che l‘attuale congiuntura economica può rendere difficile restare tre giorni a Roma per partecipare ad ogni evento, vi consigliamo caldamente anche queste altre modalità:7

> Se avete meno di 35 anni, potrete unirvi alla celebrazione del decimo anniversario della Federazione internazionale Juventutem, in particolare partecipando alla Messa pontificale che celebrerà Sua Eminenza il cardinale Pell alle ore 18:30 di venerdì 24 ottobre nella chiesa della Ss.ma Trinità dei Pellegrini.

> Alle famiglie che possono raggiungere facilmente Roma, diamo appuntamento per l’adorazione eucaristica, sabato 25 ottobre alle ore 9:30 nella basilica di San Lorenzo in Damaso (che si trova all’angolo tra piazza della Cancelleria e Corso Vittorio Emanuele; l’ingresso della basilica sembra un normale portone del palazzo della Cancelleria). Da lì partirà la processione solenne per raggiungere San Pietro dove Sua Eminenza il cardinale Burke celebrerà la Santa Messa pontificale alle ore 12. Sarà un bel segno raccogliere tante famiglie attorno a un prelato da sempre in prima linea nel ribadire che la famiglia è alla base della costruzione della Gerusalemme terrena.

> I fedeli delle Marche e dell’Umbria, ma anche del Teramano o del Reatino, potranno raggiungerci in macchina a Norcia domenica 26 ottobre per la Festa di Cristo Re. Alle ore 11:30, il Rev.mo Padre Folsom celebrerà una Messa solenne durante la quale Sua Eminenza il cardinale Brandmüller terrà l’omelia. Dopo la Santa Messa si potrà pranzare insieme a Sua Eminenza e ai monaci benedettini al prezzo di 15 euro a persona (è indispensabile la prenotazione all’indirizzo lazio.cnsp@gmail.com),

ACCORRIAMO NUMEROSI A ROMA E A NORCIA!

In questo periodo di grande disorientamento di tanti fedeli, che circonda anche il prossimo Sinodo sulla famiglia, dobbiamo dare più che mai testimonianza della nostra serena, gioiosa e tenace fedeltà alla ritrovata lex orandi, principale ed estremo baluardo dell’integrità della lex credendi.

Guillaume Ferluc, Segretario generale
Giuseppe Capoccia, Delegato generale